Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

La festa di San Biagio e la lisca di pesce

Oggi si festeggia San Biagio
e stamattina ho mangiato l'ultima fetta di panettone e detto una preghierina al Santo. Ma sapete perché?
Qui a Milano c'è l'usanza di mangiare l'ultimo panettone rimasto (e per chi vuole, farlo benedire), mentre nel paese di mio padre in Abruzzo, si usa fare una torta salata, la pizza di San Biagio, a base di farina e uova, che è quasi un pane povero da accompagnare a salsicce e salumi. Anche in Abruzzo viene spesso benedetta.

Ma perché si usa così?
San Biagio è considerato il protettore della gola, perché salvò la vita con un miracolo ad un bambino che aveva una lisca di pesce conficcata in gola e l'usanza è quella di far benedire questi alimenti così simili alla mollica del pane per proteggere la propria gola.

In più a Milano si racconta anche di una signora che chiese ad un pasticcere un panettone da far benedire. Il pasticcere, assai goloso, nei giorni successivi mangiò tutto il panettone e, quando la signora tornò a prenderlo, il p…

Ultimi post

Come vestirsi alla Scala di Milano?

Come nasce un Caregiver

La certezza di non avere certezze

Ritorno dalle ferie

Come i fidanzati di Instagram hanno sostituito le fototessere

Blogger Recognition Award - Emme Bouclès

Perché negli annunci di lavoro si richiede bella presenza

Il mio primo anno a Milano

Età del tradimento, come, quando e perché

Il letargo della cicogna